Diary

Vestiti, c'è una pandemia!

person Pubblicato da: Greta Mirabile

Che ti metti? Una delle domande più comuni, sicuramente fra amiche prima di un'uscita o in vista di un evento importante. Questo è quello che fa la moda: crea complicità attraverso il modo di vestirsi, che ci si voglia sentire parte di qualcosa o che si voglia esprimere appieno il nostro essere. E', e rimane infatti, una parte essenziale delle nostre esistenze, che ci aiuta ogni giorno a creare il nostro habitat naturale e a portare nel mondo la nostra prospettiva.

La domanda più gettonata fra amiche, che oggi sembra essere chiusa in un cassetto, in realtà ha soltanto cambiato destinatario e quel destinatario siamo noi! Ad un anno esatto dallo scoppio della pandemia siamo certi che il 2020 rimarrà una data indelebile nelle menti di tutti; ricorderemo la confusione dell'ignoto, l'allarme per un nemico più forte di noi, la forza per combattere, la sensazione di impotenza ed il coraggio di rimanere fermi.

Ma se fisicamente siamo rimasti in qualche metro quadro la nostra mente ha continuato a viaggiare, lavorare, sognare e per farlo non è mancata e non può mancare la voglia di vestirsi bene! E' vero, le occasioni scarseggiano e spesso anche i mezzi, ma il mercato della modo ed il nostro fashion instinct non si sono arresi bensì reinventati. Nel corso del tempo i cambiamenti nel modo di vestire sono stati portati dai più grandi eventi storici, basti pensare alle donne che hanno iniziato a portare pantaloni e jeans dopo la seconda guerra mondiale che le aveva viste impiegate in lavori allora riconosciuti come soltanto maschili, e da qui la rivoluzione stilistica.

Fra i tanti cambiamenti che la pandemia ha portato nelle nostre vite e nelle nostre abitudini quotidiane c'è quello del guardaroba. Si sono fatti spazio abiti informali e streetwear, si ricercano look più comodi e meno appariscenti, puntando su uno stile basic dalle linee semplici. Il capo che ha dominato la stagione passata e che sarà ai primi posti anche in quella a venire è sicuramente la tuta!

https://www.ninastore.it/21-tute

L'abbigliamento Comfy per eccellenza ha spopolata negli ultimi mesi ed alle tute si aggiungono maglieria, pantaloni e scarpe basse. Con piccoli dettagli di stile i completi in maglia e le tute diventano capi fashion di tutto rispetto

https://www.ninastore.it/maglie-e-felpe/516-1001-felpa-con-dettaglio-balza-rush.html#/5-colore-grigio/26-taglia-unica

https://www.ninastore.it/maglie-e-felpe/501-979-maglia-con-fiocco-laterale.html#/5-colore-grigio

chissà se riusciremo più a togliercele di dosso!

Con lo sconforto che lo smartworking ha inizialmente portato fra i lavoratori e le difficoltà a destreggiarsi fra casa e lavoro spesso si è optato per un abbigliamento da casa, addirittura qualcuno ha scelto di rimanere in pigiama! Ma piano piano l'importanza di un outfit adeguato ad ogni situazione, che ci faccia anche sentire a proprio agio, si è rafforzata e ora si cerca l'abito perfetto anche per una videocall. Infatti, anche se le tute ed i capi comfort sono andati per la maggiore, la voglia di leggerezza ci ha spinto a portare nel nostro armadio anche qualche capo più elegante, magari un bel tailler, una scarpa con il tacco o un minidress che ci fa sperare in un futuro più libero!

 

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre